TRENTESIMO ANNIVERSARIO PADRE PINO PUGLISI. La Piana “lavorare per il futuro dei giovani come voleva Don Pino”

842 0

“La memoria conserva il passato ma costruisce anche le fondamenta per il futuro, e ricordare la vita di Padre Pino Puglisi non solo serve a commemorare un altro eroe dell’antimafia che non ha esitato mai nel suo cammino di legalità nonostante le minacce, ma vuol dire anche imprimere maggiore forza nell’impegno per le future generazioni, quelle in cui sperava e contava Padre Pino per cambiare le sorti della nostra città”. Così Leonardo La Piana ricorda il sacrificio di Padre Pino Puglisi a 30 anni dal suo assassinio avvenuto a Brancaccio il 15 settembre del 1993. Al parroco di Brancaccio sarà dedicato l’inizio dei lavori del consiglio generale, che si svolgerà al San Paolo palace dalle ore 9,30 proprio venerdì 15 settembre, data del trentesimo anniversario dalla morte di Padre Pino Puglisi. “’Bisogna cercare di seguire la nostra vocazione, il nostro progetto d’amore, non possiamo mai considerarci seduti al capolinea, già arrivati. Si riparte ogni volta’, queste parole di Padre Pino riecheggiano nell’azione che come sindacato svolgiamo ogni giorno a favore dei più deboli, a tutela dei diritti di tanti, nei luoghi di lavoro, nella difesa dei posti e nella promozione di migliori condizioni sociali ed economiche grazie alle quali è possibile anche quel cambiamento culturale per le nuove generazioni sognato da don Pino. A loro, i giovani – conclude La Piana – bisogna pensare ponendo le basi per una crescita del nostro tessuto economico e sociale libera dalle oppressioni mafiose. Cosi ribadendo ogni giorno No alla mafia in ogni contesto, rendiamo omaggio a chi per questo No ha pagato con la propria vita”.

Related Post