Ansaldo Breda: Fim Cisl Palermo Trapani “intervenga governo nazionale”

9 0

Print This Post Print This Post


I sindacati sono stati convocati per domani alle 13 dal prefetto di Palermo alla presenza dell’assessore regionale alle Attività Produttive Linda Vancheri, per discutere della vertenza Ansaldo Breda. La Regione oggi ha inviato una lettera al Ministero allo Sviluppo Economico per chiedere la convocazione di un tavolo nazionale

 

PALERMO (ITALPRESS) – “Abbiamo appreso la comunicazione di avvio a partire dal 7 gennaio della cassa integrazione ordinaria per gli operai di Ansaldo Breda di Carini, attraverso una videoconferenza. Ci sembra chiaro che si tratta di una procedura forzata che segue la volontà espressa dal piano di Finmeccanica di scorporare lo stabilimento di Carini dal gruppo. Noi non daremo parere positivo, chiediamo piuttosto un impegno all’Azienda per il rilancio dello stabilimento, le condizioni non mancano”. Ad affermarlo sono Ludovico Guercio, segretario Fim Cisl Palermo Trapani, e Giancarlo Campagna, Rsu Ansaldo Breda per la Fim. I sindacati sono stati convocati per domani alle 13 dal prefetto di Palermo alla presenza dell’assessore regionale alle Attività Produttive Linda Vancheri, per discutere della vertenza Ansaldo Breda. La Regione oggi ha inviato una lettera al Ministero allo Sviluppo Economico per chiedere la convocazione di un tavolo nazionale. “Alla Regione chiediamo il supporto politico per una interlocuzione con il governo Letta in modo che intervenga presso Finmeccanica per chiarire i progetti per l’Ansaldo Breda di Carini. I circa 160 operai chiedono chiarezza e certezze”, sottolinea il sindacato.

 

Related Post