Piano Giovani, Cisl “si affrontino vere cause del flop”

Posted on settembre 03, 2014, 5:15 pm
2 mins

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


“La Commissione Lavoro dell’Ars sul flop del click day continua a non affrontare e approfondire le vere cause che stanno alla base della vicenda, la Cisl lo ripete da oltre un anno e mezzo: la causa sta nella impossibilità da parte della Regione di offrire veri servizi per il lavoro di incontro fra domanda e offerta”. Ad affermarlo intervenendo sulla seconda riunione della commissione Lavoro dell’Ars sul flop del piano giovani, è Giovanni Migliore Responsabile Formazione Cisl Scuola. “Fino ai giorni scorsi, al fine di evitare ulteriori fallimenti di garanzia giovani, apprendistato, tirocini e tutte le possibili misure del sistema formativo, abbiamo formalmente sollecitato sia l’assessore Bruno, sia il Presidente della Commissione e il Presidente della Regione, affinché la Sicilia venga dotata di servizi per il lavoro competenti come quelli che operano nelle altre regioni”. Migliore aggiunge “mente e nasconde la verità, chi sostiene che i centri per l’impiego sono in grado di garantire questi servizi, ribadiamo da tempo al governo e al Presidente della Commissione, si attrezzino e strutturino urgentemente i servizi per il lavoro in tutti i territori della Sicilia con la ricollocazione e l’utilizzo di tutti i lavoratori ex sportelli multifunzionali, oggi senza lavoro per scelte fatte dalla Regione”. Migliore conclude: “sollecitiamo gli assessori Scilabra e Bruno a trovare soluzioni in tempi rapidi per tutti i servizi da rinnovare e offrire ai siciliani, le attività dell’Obbligo formativo devono partire subito, l’offerta dei servizi formativi deve essere strutturata. L’assessore al Lavoro predisponga subito tutti gli atti affinché i servizi per il lavoro possano diventare una realtà operativa”.