Palermo: Filca Cisl “palazzi e scuole cadono a pezzi”

Posted on febbraio 19, 2014, 4:36 pm
36 secs

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


PALERMO (ITALPRESS) – “Il crollo di una palazzina e la caduta di calcinacci alla scuola Collodi, avvenuti ieri a Palermo, confermano che non è più rinviabile l’avvio di un programma di risanamento dell’edilizia scolastica e per il recupero dei centri urbani, utilizzando le risorse comunitarie a questo destinate. Con questo piano da un lato si ridarebbero sicurezza e condizioni di vivibilità alle scuole e alle zone della città in degrado, dall’altro si metterebbe in moto l’edilizia, con importanti ricadute sull’economia complessiva”. A dirlo è Antonino Cirivello, segretario generale della Filca Cisl Palermo-Trapani, che lancia un appello al sindaco di Palermo e neo presidente dell’AnciSicilia, Leoluca Orlando, affinché “convochi i sindacati degli edili per elaborare sinergicamente un programma di ristrutturazione delle scuole e rivalorizzazione delle aree oggi in condizioni strutturali precarie”. “I cittadini hanno il diritto di vivere in una città che non cede giorno per giorno e di mandare i figli in scuole agibili e sicure – conclude Cirivello – siamo certi che il sindaco Orlando vorrà avviare una collaborazione con le forze sociali di settore per far sì che tutto questo divenga realtà”.

 
Ph: http://dettotranoi-palermo.blogautore.repubblica.it