Comune, incontro tra Cgil, Cisl, Uil e sindaco Lagalla:  “Avviato il confronto, occorrono soluzioni immediate e condivise per affrontare le emergenze e cogliere le occasioni”

197 0

Si è svolto oggi a palazzo Palagonia l’incontro tra Cgil, Cisl, Uil e l’amministrazione comunale di Palermo. Erano presenti al tavolo, oltre al sindaco Roberto Lagalla, il capo di gabinetto Sergio Pollicita e l’assessore Dario Falzone.     Un incontro “utile e allo stesso tempo molto franco e diretto”, che ha consentito di far emergere anche i punti di vista diversi e di avviare un confronto sui problemi cruciali della città così come sulle questioni strategiche poste dalle organizzazioni sindacali a partire da piano di riequilibrio e bilancio comunale, aziende partecipate, emergenze sociali, infrastrutture e Pnrr. Cgil Cisl Uil sono partiti dalla necessità di condividere il metodo del confronto e del dialogo con l’amministrazione comunale e hanno chiesto di poter affrontare i singoli temi con incontri e tavoli specifici, coinvolgendo le federazioni sulle singole questioni. “Occorre avere una visione che rimette al centro i bisogni delle persone e allo stesso tempo occorre dare risposte ai tanti problemi che assillano la città di Palermo, l’area metropolitana e la  provincia, attraverso un percorso di partecipazione dei portatori di interesse e di condivisione degli obiettivi – dichiara la delegazione composta dal segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo e dal segretario Cgil Palermo Francesco Piastra, dal segretario  generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana e dal segretario organizzativo Cisl Palermo Trapani Federica Badami,  dai segretari della Uil Sicilia e Area Vasta, Ignazio Baudo e Giuseppe  Raimondi.  “Quelle che abbiamo posto sono le questioni che riteniamo fondamentali e che riguardano gli interessi generali delle persone, delle lavoratrici e dei lavoratori ma anche dei disoccupati, di chi l’occupazione l’ha persa e di chi la cerca, così come delle pensionate, dei pensionati, delle donne e dei giovani, ovvero delle persone, italiani o stranieri, residenti o migranti che il sindacato vuole continuare a rappresentare”, hanno aggiunto per la Cgil Ridulfo e  Piastra, per la Cisl La Piana e  Badami e per la Uil  Baudo e Raimondi.  L’impegno preso con il sindaco da Cgil, Cisl, Uil è “lavorare alla valorizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti del Comune, così come dipendenti delle aziende partecipate, per una gestione ordinata e ordinaria dei servizi ai cittadini”.
   Il sindaco ha ribadito ai sindacati l’impegno per una riorganizzazione della macchina comunale e dei processi aziendali, che tenga conto dei processi di informatizzazione e di digitalizzazione.    “Per questo – aggiungono  i segretari di Cgil, Cisl, Uil – abbiamo  ribadito la necessità di valorizzare i processi di crescita delle aziende partecipate, con la ferma determinazione di garantire la gestione pubblica del servizio, pur ritenendo interessante l’approccio dell’amministrazione sull’intento di valutare la tenuta economico-funzionale dei contratti di servizio delle partecipate per garantire efficacia ed efficienza dei servizi a favore delle cittadini e dei cittadini”. Tra i temi affrontati anche la questione  relativa alle infrastrutture e al Pnrr, per i quali Cgil Cisl Uil hanno chiesto di attivare una cabina di regia per valutare l’impatto complessivo dei potenziali progetti sulla città. “Abbiamo anche chiesto in che modo l’amministrazione comunale voglia procedere al decentramento amministrativo tanto annunciato durante la campagna elettorale e che al momento non ha prodotto azioni concrete che potrebbero impattare sulla vita dei cittadini nelle periferie. In sintesi un grande cantiere aperto dove ciascuno deve svolgere la propria parte”. Cgil Cisl Uil hanno cosi “dichiarato la propria disponibilità a svolgere un ruolo attivo nel rilancio della città che purtroppo si trova agli ultimi posti delle classifiche sulla qualità della vita”.

Related Post