Almaviva, stop ai trasferimenti. Oggi l’intesa al Mise. Fistel e Cisl “bene ora si riordini il settore dei call center”

13 0

Print This Post Print This Post
 

“Exprivia si impegna ad assumere 30 lavoratori così come sono 30 quelle che Almaviva si è impegnata a mantenere, annullando i trasferimenti a Rende. Entro il 20 gennaio saranno formalizzate le proposte che dovranno essere accettate entro e non oltre il 23. Siamo soddisfatti si è evitato il peggio bloccando i trasferimenti e consentendo di lasciare il lavoro a Palermo”. Ad affermarlo dopo la firma dell’intesa avvenuta questo pomeriggio nella sede del Mise fra sindacati Almaviva e Experivia, sono Eliana Puma coordinatore call center per la Fistel Cisl nazionale e Giovanni Gorgone coordinatore Exprivia e Rsu Fistel Cisl Palermo Trapani. I lavoratori prenderanno servizio il prossimo 1 febbraio. “E’ stato decisivo l’intervento del Ministero nella mediazione, e l’impegno del Governo nazionale, che è intervenuto su entrambe le aziende, l’intesa raggiunta oggi infatti sancisce l’impegno di entrambe, Almaviva e Exprivia a farsi carico di questo gruppo di lavoratori e le loro famiglie che si erano trovati ostaggio dei possibili licenziamenti mascherati da trasferimenti. E’ stata difesa la territorialità del lavoro come chiedevamo da tempo”. “Ora si proceda con tutti gli altri impegni assunti per la rinascita del settore con i precedenti accordi” ribadiscono Puma e Gorgone. “Non deve più accadere – conclude Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani – che i lavoratori paghino per la mancanza di regole e di certezze nel settore dei call center. Il governo dopo l’impegno di oggi , si attivi subito per il riordino atteso da tempo, bisogna dare segnali chiari per assicurare il futuro di tutti i lavoratori”.

 

Related Post