Vertenza Aps, stop ad erogazione nei comuni del palermitano, presidio ad oltranza alla Regione

Posted on marzo 11, 2015, 12:38 pm
50 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“La presidenza ha ritenuto non percorribile l’ipotesi di affidamento del servizio idrico integrato all’Amap, ipotesi che è definitivamente tramontata. Il presidente Crocetta è ritornato a sostenere l’ipotesi di un affidamento all’Eas”. E’ quanto ha comunicato questo pomeriggio il presidente della regione Rosario crocetta incontrando i sindacati alla presidenza della Regione. I segretari dei sindacati di Filctem Cgil Francesco Lannino, di Femca Cisl Giovanni Musso, di Uiltec Uil Maurizio Terrani, di Ugl Chimici Margherita Gambino e di Cisal Federenergia Raffaele Loddo sono riuniti a oltranza presso la saletta della presidenza in attesa che termini una riunione convocata dal presidente con gli uffici competenti della Regione per trovare la soluzione giuridica e le modalità per governare il passaggio del servizio idrico dall’Aato all’Ente acquedotti. “Stiamo aspettando che venga definito il percorso, che si dovrebbe concretizzare con un’ordinanza, per poter comunicare ai lavoratori cosa fare – aggiungono i rappresentanti sindacali – Il servizio idrico dalla mezzanotte scorsa è cessato e i lavoratori non sono più in obbligo di intervenire sulle reti”.
Stamani si era svolto il sit-in dei lavoratori davanti la presidenza della Regione. Gli impianti del servizio idrico sono deserti perché dalla mezzanotte sono cessati gli effetti dell’ordinanza prefettizia che attribuiva la gestione all’Ato e da oggi il personale Aps è nell’impossibilità di operare.