Ticket, la richiesta dei sindacati alla Regione “esenzioni con Isee per contrastare i furbetti”

Posted on febbraio 09, 2016, 6:01 pm
2 mins
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

Una modifica del decreto sulla esenzione del ticket per le prestazioni sanitarie, con l’inserimento dell’obbligo di presentazione del modello Isee per evitare gli errori dovuti all’autocertificazione. A chiederlo all’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi sono stati i segretari di Spi Cgil Fnp Cisl e Uilp Uil Concetta Balistreri, Mimmo Di Matteo e Pino Caruso durante un incontro chiesto dai sindacati dei pensionati dopo l’invio da parte dell’Asp 6 di Palermo di alcune diffide a pensionati che hanno diritto all’esenzione. “Con il modello Isee – spiegano – si eviterebbero anche i casi di evasione da parte di chi invece non possiede i requisiti di reddito previsti e che dunque deve pagare, e si tutelerebbero di più coloro che hanno realmente diritto all’esenzione come pensionati al minimo e disoccupati. L’assessore ha assicurato che con i suoi uffici esaminerà la possibilità di modificare il decreto”. Fra le richieste anche una rapida analisi dei ricorsi già presentati da parte di coloro che contestano la diffida a pagare il ticket. “Per non aumentare il disagio degli aventi diritto e ottenere subito risposta al ricorso”. E infine la necessità ribadita dai sindacati di attivare “una piattaforma che faccia dialogare e mettere insieme i dati dell’Asp, dell’Inps e dell’Agenzia delle Entrate, in modo che gli uffici dell’Azienda sanitaria possano verificare con informazioni più dettagliate le situazioni degli utenti per dare loro una risposta più immediata e adeguata”.