Sindacati pensionati denunciano, “in ritardo di tre mesi assegni Inpdap”

Posted on ottobre 24, 2014, 3:51 pm
17 secs

Stampa questa notizia Stampa questa notizia
 

“Da tre mesi ormai i nuovi pensionati dell’ex Inpdap non percepiscono la pensione, oltre al danno dei posticipi causati dalla riforma Fornero per l’avvio della pensione, c’è anche la beffa del mancato pagamento, si ponga rimedio”. Ad affermarlo sono Mimmo Di Matteo, Concetta Balistreri e Giuseppe Caruso, segretari Fnp Cisl Palermo Trapani, Spi Cgil e Uilpensionati Palermo, che denunciano diversi casi di neo pensionati dall’Inpdap, quindi ex lavoratori pubblici degli enti locali, statali, scuole e sanità del territorio palermitano, in attesa da tre mesi del primo assegno dall’istituto di previdenza. Alla base dei ritardi ci sarebbe la mancanza di personale all’Inps per evadere tutte le pratiche. “Intanto arrivano le tasse da pagare e le spese da sostenere nella vita quotidiana, non è tollerabile – aggiungono i segretari –, chiediamo dunque un incontro urgente al presidente del comitato e al direttore provinciale dell’Inps, ente gestore della cassa dell’ex Inpdap, affinché venga trovata subito una soluzione”.