Sicurezza: Furlan su uccisione carabiniere a Roma “Addolora tutti. Non c’è sviluppo senza legalità”

Posted on luglio 26, 2019, 11:10 am
26 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“Un fatto grave che addolora ed indigna tutti gli italiani l’uccisione del vice brigadiere a Roma. Cordoglio della Cisl alla sua famiglia e vicinanza all’arma dei carabinieri. Non c’è sviluppo e crescita del paese senza sicurezza e rispetto per chi fa il proprio dovere ogni giorno come le forze dell’ordine a cui tutti siamo grati”. Lo scrive su twitter la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, esprimendo il cordoglio del sindacato alla famiglia del vice brigadiere di appena 35 anni ucciso stanotte a Roma. “A nome della Federazione Nazionale della Sicurezza della Cisl esprimo i più sentiti sentimenti di vicinanza alla famiglia del Vice Brigadiere dell’Arma dei Carabinieri, Mario Cerciello Rega, ucciso con sette coltellate la scorsa notte nel corso di un intervento per la repressione di un furto. Un sentito cordoglio lo rivolgiamo all’Arma dei Carabinieri. Ci auguriamo che i responsabili di questo gravissimo e vile atto criminale vengano assicurati alla Giustizia”, scrive in una nota il Segretario della Fns Cisl, Pompeo Mannone.