Sicurezza, Furlan “Sgomento e dolore per la morte operaio all’Ilva di Taranto. Serve una mobilitazione di tutto il paese”

Posted on maggio 17, 2018, 11:40 am
42 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“L’incidente mortale di oggi in un appalto dell’Ilva di Taranto ci lascia ancora una volta sgomenti ed addolora tutta la Cisl. Siamo vicini alla famiglia, agli amici ed ai colleghi di Angelo, il giovane di appena 35 anni che ha perso la vita. Anche ad Arquata del Tronto c’è stato stamattina un grave incidente sul lavoro dove tre lavorarori sono rimasti gravemente feriti. Non possiamo assistere ogni giorno a questa carneficina nell’indifferenza delle istituzioni e di quanti hanno responsabilità sul tema della sicurezza e della tutela della salute. Serve una mobilitazione di tutto il paese. Non basta solo indignarsi o denunciare l’inosservanza delle norme di legge, dei regolamenti e dei contratti. Il sindacato non farà sconti a nessuno finchè non avremo più sicurezza e rispetto per la vita in tutti i luoghi di lavoro a partire dall’Ilva, dove sosteniamo la giusta protesta dei sindacati di categoria”. Lo scrive su Facebook la Segreteria Generale Cisl, Annamaria Furlan, esprimendo il cordoglio della Cisl ai familiari del lavoratore caduto oggi sul lavoro nella zona portuale dell’Ilva a Taranto e la solidarietà del sindacato ai tre lavorarori di Arquata del Tronto, feriti in un cantiere edile della Tre valli Umbre.