Sequestro banchina porto di Palermo, Cisl “si torni subito alla piena operatività dello scalo”

Posted on febbraio 08, 2016, 5:51 pm
34 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“Auspichiamo che, per riportare al più presto il porto al suo normale regime di attività, si tenga conto delle diverse perizie fatte nelle scorse settimane su iniziativa della stessa Autorità portuale di Palermo che confermavano, evitando il transito dei mezzi pesanti, il possibile utilizzo della banchina Vittorio Veneto dove peraltro sono stati già eseguiti i primi interventi di messa in sicurezza”. Ad affermarlo è Nino Napoli segretario Fit Cisl portuali intervenendo sulle conseguenze del sequestro della banchina Vittorio Veneto del porto di Palermo, disposto dall’autorità giudiziaria la scorsa settimana. “Siamo preoccupati –aggiunge Napoli – oltre ai disagi per le crociere, alcune aziende stanno già pensando di attivare gli ammortizzatori sociali a causa della ridotta attività”. Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani e il segretario Fit portuali Napoli concludono, “il perdurare di questa situazione di blocco e di incertezza rispetto alla normale operatività della banchina sequestrata, rischia di creare danni irreparabili sul traffico dello scalo e sul futuro delle aziende che vi operano. Si predispongano subito gli interventi per la messa in sicurezza, per tutelare così il mantenimento dei livelli occupazionali e le attività del porto”.