Scuola, a Trapani stop a servizio assistenza studenti disabili, “pronti a tornare in piazza”

Posted on febbraio 13, 2015, 5:51 pm
57 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“E’ inammissibile che non si trovino i fondi per garantire sia il diritto allo studio agli studenti che, purtroppo, vivono condizioni di maggiore disagio sia gli oltre 100 lavoratori che erogano il servizio”. A lanciare così l’allarme sullo stop al servizio di assistenza alla comunicazione degli studenti diversamente abili che frequentano le scuole del territorio trapanese, sono Mimma Calabrò segretario Generale Fisascat Cisl Palermo Trapani, Domenico Rizzo referente del presidio Trapani, unitamente a Daniela Di Girolamo segretario provinciale Cisl Palermo Trapani. Stamani avanti la Provincia di Trapani, il presidio dei lavoratori della cooperativa che gestisce il servizio. Nel corso della protesta i sindacati sono stati ricevuti dal Vice Prefetto di Trapani. “Abbiamo ribadito la necessità che venissero trovati i fondi da destinare alla ripresa del servizio, inoltre abbiamo avanzato la richiesta di accelerare i lavori della commissione che si sta occupando del nuovo bando di gara per l’affidamento dei servizi”.
“Registriamo positivamente l’impegno assunto dalla Prefettura – continuano Calabrò, Rizzo e la Di Girolamo – siamo certi che si faranno parte attiva con la Provincia a la commissione per trovare una soluzione alle criticità esposte. Laddove comunque non si dovesse addivenire ad alcuna soluzione in tempi brevi, siamo comunque pronti a riscendere in piazza a tutela degli oltre 100 lavoratori coinvolti e dei ragazzi che necessitano di maggiore cura e attenzione e ai quali bisogna assicurare l’effettivo esercizio del fondamentale diritto allo studio”.