Sanità, Cisl Fp lancia l’idea degli Stati generali della sanità a Trapani

Posted on luglio 12, 2019, 4:28 pm
2 mins
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“In autunno si facciano gli Stati generali della sanità in Trapani”. Questa è la proposta di Marco Corrao, segretario generale aggiunto della Cisl Fp Palermo Trapani, a conclusione del giro che la federazione ha fatto nei nosocomi del trapanese. La prima tappa è stata negi ospedali di Castelvetrano e di Mazara del Vallo, poi al nosocomio di Marsala per proseguire al presidio di Alcamo e si è conclusa venerdì all’ospedale di Trapani. “Abbiamo ascoltato e recepito le istanze dei lavoratori – ha detto Corrao – e abbiamo riscontrato alcune criticità evidenti nella sanità trapanese. Eppure queste strutture hanno le carte in regola per poter garantire servizi efficienti ai cittadini, solo che vanno meglio valorizzate le professionalità, dando nuova linfa vitale a professionisti e operatori e migliorando e implementando la funzionalità delle unità operative”. Per la Cisl Fp, “oggi ciò che conta non è il trasferimento di una unità operativa da un territorio all’altro, ma la messa in sicurezza dei cittadini e dei lavoratori”. “Subito dopo le definitive linee guida da parte dell’assessorato – continua Corrao – avvieremo con l’amministrazione il confronto sull’atto aziendale, certi di una distribuzione più equa e sostenibile delle unità operative per il miglioramento dei servizi essenziali che spettano di diritto ai cittadini trapanesi. Lavoreremo con l’idea chiara che mantenere gran parte dell’impianto dell’attuale rete ospedaliera e contemporaneamente implementare il territorio è impensabile”. La Cisl Fp rimarca il ruolo dei propri dirigenti sindacali, presenti ogni giorno nei presidi ospedalieri per ascoltare dipendenti e utenti e lancia l’idea di riunire gli Stati generali della sanità trapanese per fare il punto sullo stato di un settore vitale per la collettività, in modo da riunire tutti i soggetti con ruolo attivo nel comparto. “Noi non vogliamo certamente sviluppare il ruolo di coordinamento dei sindaci – chiosa Corrao – per quello c’è la conferenza. Intendiamo dare il nostro forte contributo super partes, nell’ottica di perseguire l’obiettivo della buona sanità”.