Rifiuti, Fit Cisl su impegni del nuovo governo regionale “bene ma si superino le soluzioni tampone”

Posted on dicembre 12, 2017, 5:31 pm
39 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“E’ positivo che il nuovo governo regionale si sia fin da subito impegnato ad affrontare il rischio di un’emergenza rifiuti in tutta l’Isola, a causa delle raccolta differenziata che non decolla, soprattutto nelle grandi città e quindi delle discariche ormai sature. Ma bisogna non ripetere gli errori del passato, serve pertanto con la stessa urgenza una reale programmazione sul come uscire dalla ‘fase tampone’ pianificando e finalmente realizzando gli impianti utili ai siciliani compresi quelli di recupero energetico”.
Ad affermarlo è Dionisio Giordano segretario regionale Fit Cisl Ambiente, intervenendo sugli impegni del governo regionale in tema di rifiuti. “Parallelamente bisogna procedere con l’efficientamento della macchina burocratica regionale di settore, con il passaggio dei lavoratori dai fallimentari Ato alle SRR nel rispetto della legge del 2010 e dell’accordo quadro del 2013, con una maggiore verifica in termini di legalità sugli atti e sui comportamenti delle imprese che partecipano e si aggiudicano le gare di igiene ambientale in tutta l’Isola; con il monitoraggio attraverso le prefetture e la magistratura anche dei modus operandi di amministratori locali e RUP, quali stazioni appaltanti e soggetti di reale controllo del servizio reso dalle imprese e pagato con soldi pubblici”.