Rap, Fit Cisl “preoccupati per la tenuta dei conti, comune si impegni per rilancio”

Posted on marzo 18, 2016, 1:18 pm
3 mins
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“La notizia della chiusura del 2015 in perdita per la Rap, circa un milione e mezzo di euro, non fa altro che confermare le preoccupazioni sulla tenuta dei conti della società che avevamo espresso a fine dello scorso anno, quando definimmo quantomeno anomala l’operazione con la quale l’azienda restituì quasi i 5 milioni di euro all’amministrazione comunale , rispondendo ad una esigenza dello stesso comune di Palermo”. Ad affermarlo è Dionisio Giordano segretario regionale Fit Cisl Ambiente. “Un anomala restituzione a quanto pare legata , secondo le notizie circolate negli uffici della Rap, ad una improvvisa riduzione delle somme del contratto di servizio a valere, a ritroso, dal primo gennaio 2015. Abbiamo espresso formalmente – aggiunge Giordano – le nostre preoccupazioni anche sulla riduzione dei ricavi aziendali legati al conferimento dei rifiuti dei comuni dell’interland nella discarica di Bellolampo. Secondo una nostra realistica previsione questo potrebbe portare ad un perdita di cinque milioni per il 2015 e poco più di 10 per il 2016 “. “L’ex consiglio di amministrazione ci assicurò che dalle interlocuzioni con il socio unico comune di Palermo, sarebbe stata individuata una soluzione. Sarebbe veramente assurdo immaginare che la Rap senza le ‘ruberie’ degli anni passati , possa finire il suo percorso con le stesse modalità della vecchia Amia, cioè con il fallimento”. Le preoccupazioni sul futuro dell’azienda raccolta rifiuti e manutenzione strade di Palermo, aumentano, spiega il segretario Fit Cisl Ambiente. “La riforma nazionale sulle società partecipate individua infatti chiaramente ,come effetto collaterale, la messa in liquidazione delle società in caso di bilanci in perdita. Auspichiamo quindi che il nuovo Cda guidato dall’architetto Dolce sia in grado di recuperare dal comune le somme necessarie a mantenere l’equilibro economico-finanziario e di migliorare i ricavi dalle altre attività non previste dal contratto di servizio, incrementando la infrastrutturazione aziendale. Sia chiaro a tutti gli interlocutori istituzionali – conclude Giordano – che sulla solidità economica della società, sul mantenimento dei livelli occupazionali, non faremo sconti a nessuno. Al sindaco Orlando e alla sua giunta rivolgiamo l’appello ad un impegno più diretto sulle esigenze dell’azienda, al fine di migliorare la qualità dei servizi di raccolta e manutenzione strade”.