Rap, Fit Cisl “comune paghi debiti nei confronti della partecipata”

Posted on settembre 04, 2015, 12:04 pm
54 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

Spiace constatare che la storia si ripete, ad oggi infatti, solamente per i servizi di manutenzione strade il credito che Rap vanta nei confronti del comune di Palermo, ammonta a circa 10 milioni di euro, ancora una volta sollecitiamo una operazione verità e ci auguriamo di essere tempestivamente smentiti dall’azienda e dall’amministrazione comunale, magari con la copia dei bonifici”. A denunciarlo è Dionisio Giordano segretario regionale Fit Cisl Ambiente. “Nel corso di questi anni a più riprese il comune ha diverse volte annoverato populisticamente tra i responsabili del fallimento di Amia anche le parti sociali. I fatti giudiziari sul processo Amia hanno evidenziato le reali responsabilità, certamente sul crac un dato è emerso e cioè che la vecchia amministrazione comunale non aveva adeguato il contratto di servizio alle reali esigenze della vecchia azienda di igiene ambientale e che lo stesso comune è risultato debitore nei confronti della sua partecipata di svariati milioni di euro. Oggi la storia rischia di ripetersi, ci auguriamo il comune intervenga”.
Il segretario Fit Cisl conclude “troppo facile è risultato in alcuni momenti lo slogan che i cittadini pagano una copiosa Tari servita a salvare i lavoratori gruppo Amia oggi Rap mentre i servizi continuano a risultare inefficienti per responsabilità delle maestranze, per poi invece scoprire che in realtà sono insufficienti i mezzi che non possono essere acquistati perché mancano le risorse economiche”.