Partecipate, Cgil Cisl Uil su annuncio assunzioni, “Bene ma si faccia chiarezza sui conti delle aziende”

Posted on novembre 03, 2019, 11:28 am
2 mins
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“Apprendiamo dell’annuncio delle assunzioni e della priorità attribuita alla mobilità per colmare i vuoti in organico delle aziende partecipate, come Cgil Cisl Uil lo chiediamo da anni, bene, ma contestualmente così come ci ha garantito il Sindaco Orlando, vorremmo approfondire nel dettaglio i report aziendali per conoscere bene lo stato dei conti di ogni società. Bisogna tutelare il futuro dei dipendenti, la tenuta dei conti e avviare su basi finanziarie solide, un piano di reclutamento”. Cosi il segretario generale di Cgil Palermo Enzo Campo, il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana e il coordinatore territoriale Uil Palermo Gianni Borrelli intervengono sulla notizia appresa dalla stampa sull’approvazione dei piani triennali delle Partecipate da parte della giunta comunale di Palermo e l’avvio di un piano di assunzioni. Da tempo i tre sindacati confederali chiedono la revisione dei contratti di servizio, la tenuta dei conti e l’equilibrio finanziario come primi passi, la riorganizzazione del personale, il reclutamento di nuovo personale per svecchiare gli organici e la mobilità di personale tra le aziende adeguata alle necessità delle singole partecipate e alla tipologia dei servizi. “Serve chiarezza, gli annunci che possono creare speranze e aspettative, devono essere basati su concretezza e fattibilità, per questo sabato prossimo 9 novembre alla riunione programmata tra il Sindaco e Cgil Cisl e Uil Palermo allargata anche al management delle aziende e a tutti gli assessori comunali con deleghe collegate, pretenderemo dall’amministrazione comunale un riscontro puntale ed oggettivo su tutto lo stato delle aziende perché per ognuna di esse, ci sono lavoratori, con le loro famiglie che hanno diritto di conoscere quali sono realmente le condizioni di ogni società per non ritrovarsi in situazioni critiche nel futuro, e le attese dei cittadini che hanno diritto di avere servizi efficienti e funzionali alle loro esigenze” concludono i tre segretari di Cgil Cisl Uil.