Partecipate, Cgil Cisl e Uil su mobilità “si risolvano prima problemi interni alle aziende”

Posted on gennaio 13, 2016, 12:29 pm
12 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“Prima di attivare la mobilità che riguarda circa settemila lavoratori è necessario risolvere i problemi interni delle Partecipate di Palermo, che si trascinano da anni”. Lo dicono Enzo Campo segretario Cgil Palermo, Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani e Gianni Borrelli della Uil Palermo, a seguito dell’incontro organizzato con le categorie interessate. I tre segretari aggiungono: “Siamo preoccupati per il futuro dei lavoratori e dei servizi da essi erogati~per l’attivazione di una eventuale mobilità. Non siamo contrari ma ad~oggi~non ci sono i presupposti. Prima è necessario sanare situazioni oramai incancrenite all’interno delle singole aziende. Per questo è necessario attivare subito tavoli di confronto con Reset, Amap, Amat, Rap, Sispi e Amg. I prossimi passaggi con l’amministrazione comunale,~~ il 22 gennaio data in cui le aziende devono consegnare i piani di fabbisogno del personale, saranno determinanti per esprimere una valutazione complessiva”