L. Stabilità: Bonanni “Governo ci convochi,dica cosa vuole su fare tasse”

Posted on ottobre 24, 2013, 5:38 pm
2 mins

Stampa questa notizia Stampa questa notizia

È importante che le parti sociali esprimano compiutamente una loro opinione, che il Governo le accolga e il Parlamento ci lavori sopra. Al contrario è solo uno stimolare la polverizzazione dei provvedimenti, delle esigenze, di tutta la discussione che sta avvenendo

 

ROMA (ITALPRESS) – “Oggi al posto del galateo bisogna usare il buonsenso”. Lo ha detto il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, a margine della consegna del premio “Imprese per la sicurezza” in Confindustria. “Con Confindustria c’è una opinione pressoché identica, tanto è vero che le preoccupazioni di Squinzi sono state chiare in questo senso. Per questo – ha aggiunto – chiediamo a Letta di convocarci, perché è vero che il Parlamento deve discutere, ma deve avere anche una direzione, altrimenti accadrà quello che dice Squinzi e ognuno farà quello che vuole”. Per Bonanni “è importante che le parti sociali esprimano compiutamente una loro opinione, che il Governo le accolga e il Parlamento ci lavori sopra. Al contrario è solo uno stimolare la polverizzazione dei provvedimenti, delle esigenze, di tutta la discussione che sta avvenendo”. A chi gli chiedeva un commento sulle critiche sollevate da Letta sull’annunciato sciopero del pubblico impiego, ha risposto: “Mi pare ovvio, è contro l’Esecutivo. Sono loro che sono degli irresponsabili, ci convocassero e ci dicano cosa vogliono fare sulle tasse, visto che anche gli organismi internazionali chiedono al governo italiano una svolta fiscale. A Letta – ha concluso Bonanni – chiedo di trovare le risorse dagli sprechi e dalle ruberie sulla spesa pubblica e utilizzarli per abbassare le tasse”.