Indagine Blutec, Furlan “Non possono pagare i lavoratori per una condotta aziendale a dir poco scandalosa”

Posted on marzo 12, 2019, 3:33 pm
55 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“Gli arresti alla Blutec ed il sequestro degli stabilimenti di Termini Imerese in Sicilia e di Rivoli in Piemonte sono un fatto molto grave. I lavoratori non possono pagare in prima persona per effetto di comportamenti illeciti e di una condotta aziendale a dir poco scandalosa. Per questo la giustizia fa bene ad andare fino in fondo. Ma il Governo ora deve intervenire per trovare una soluzione definitiva per il sito di Termini Imerese e dare una prospettiva al territorio ed al futuro di tante famiglie”. Lo scrive sulla pagina Facebook della Cisl, la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, commentando gli arresti dei vertici di Blutec.