Forestali: Cisl e Fai Sicilia “riforma radicale del settore”

Posted on dicembre 06, 2013, 4:46 pm
2 mins

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


Lunedì mattina, a partire dalle 9.30, la Cisl e la Fai Cisl regionali presenteranno all’NH Hotel di Palermo, una proposta di riforma radicale e coraggiosa del settore regionale della forestazione: riguardo al funzionamento, finanziamento, impiego dei lavoratori e attività

 

PALERMO (ITALPRESS) – La Cisl e la Fai Cisl regionali presenteranno lunedì mattina, a partire dalle 9.30, all’NH Hotel di Palermo, una proposta di “riforma radicale e coraggiosa del settore regionale della forestazione: riguardo al funzionamento, finanziamento, impiego dei lavoratori e attività”. Lo rendono noto i vertici regionali Cisl e Fai, Maurizio Bernava e Fabrizio Colonna. L’iniziativa precede la presentazione all’Ars, da parte del Governo della Regione, della legge di Stabilità. “Ma non con l’intento – affermano Cisl e Fai – di ottenere più risorse per un settore che in questi anni ha pesato più di altri sul bilancio regionale. Semmai, per sollecitare la radicale ristrutturazione in direzione della produttività. E l’abbandono delle vecchie logiche assistenzialistiche e di ricatto clientelare”. “Avremmo voluto – aggiunge il sindacato – che l’iniziativa della riforma l’avesse presa il governo con l’occasione della legge di Stabilità, che per la Cisl deve liberare risorse proprio in direzione del riequilibrio e della crescita produttiva”.
Ai lavori parteciperanno tre assessori regionali: Dario Cartabellotta alle Risorse agricole, Mariella Lo Bello al Territorio e Ambiente, e Luca Bianchi all’Economia, ed il leader nazionale Fai, Augusto Cianfoni. Sul tema “I lavoratori forestali: opportunità per il territorio”, interverranno anche Gianfranco Blanda per la Fai Cisl siciliana, Adolfo Scotti della Fai Cisl Palermo-Trapani e Claudio Leto, ordinario di Agronomia generale nell’università di Palermo, che parlerà di “Importanza dei boschi per l’energia rinnovabile”.