Fincantieri: Palermo, Fim Cisl “si accelerino tempi piano di rilancio”

Posted on novembre 08, 2013, 3:53 pm
2 mins

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


La Regione si impegna a revocare le precedenti gare per i bacini, troppo obsoleti per la ristrutturazione, ed a finanziare il bacino da 100 mila tonnellate al fine di sviluppare il settore dell’offshore come chiesto dall’Azienda e agevolare così l’arrivo di nuove commesse per risollevare le sorti del cantiere

 

PALERMO (ITALPRESS) – “L’accordo di programma per il rilancio dello stabilimento palermitano di Fincantieri con il settore dell’off shore è pronto per l’approvazione della Giunta regionale che si dovrebbe tenere a breve, ci auguriamo che i tempi siano brevi non possiamo consentire ulteriori ritardi”. Ad affermarlo, al termine di un incontro che si è tenuto all’Assessorato regionale Attività produttive fra il capo gabinetto dell’assessorato e i sindacati sul futuro dello stabilimento di Fincantieri Palermo, sono Ludovico Guercio, segretario Fim Cisl Palermo Trapani, e Nino Clemente, Rsu Fim Cisl.
“Con il documento – spiegano – la Regione, ci ha annunciato, si impegna a revocare le precedenti gare per i bacini, troppo obsoleti per la ristrutturazione, ed a finanziare il bacino da 100 mila tonnellate al fine di sviluppare il settore dell’offshore come chiesto dall’Azienda e agevolare così l’arrivo di nuove commesse per risollevare le sorti del cantiere. Appena ci sarà il via libera della Giunta, l’accordo sarà presentato al Mise, dove nei prossimi giorni si terrà l’incontro che era stato fissato per questa settimana e poi rinviato”. “Vigileremo – concludono i sindacalisti – affinché i tempi del piano di rilancio di Fincantieri Palermo, non vengano ulteriormente dilazionati. I lavoratori vogliono certezze e non possono continuare a lavorare ogni giorno con l’incubo della cassa integrazione, come avvenuto fino ad ora”.