Fincantieri: Cisl “verso nuovo piano industriale per Palermo”

Posted on settembre 18, 2013, 6:13 pm
2 mins

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


Per conoscere i dettagli del piano ci siamo aggiornati al 21 ottobre, per andare avanti nell’offshore l’Azienda ha ribadito la necessità che venga realizzato un bacino da 80 mila tonnellate e la Regione ha garantito il suo impegno

 

PALERMO (ITALPRESS) – “Fincantieri ha ribadito la volontà di avviare a Palermo un nuovo progetto industriale che prevede oltre alla riparazione, trasformazione e costruzione delle navi anche la trasformazione e riparazione nel settore dell’offshore, i lavori sulle piattaforme petrolifere. Noi non possiamo che esserne soddisfatti se si parla di rilancio dello stabilimento allargando la sua mission, ma pressiamo sui tempi, affinché siano rapidi”.
Ad affermarlo al termine dell’incontro che si è tenuto a Roma nella sede del Ministero allo Sviluppo Economico fra parti sociali, azienda e istituzioni nazionali e locali, sul futuro dello stabilimento di Fincantieri Palermo, sono Mimmo Milazzo, segretario Cisl Palermo-Trapani, e Ludovico Guercio, segretario Fim Cisl Palermo-Trapani, che aggiungono: “Per conoscere i dettagli del piano ci siamo aggiornati al 21 ottobre, per andare avanti nell’offshore l’Azienda ha ribadito la necessità che venga realizzato un bacino da 80 mila tonnellate e la Regione ha garantito il suo impegno. Attendiamo questo nuovo piano industriale ribadendo però, che i tempi devono essere brevi per tutto, i lavori, l’avvio del piano, altrimenti lo stabilimento
rischia di cadere sotto i colpi della crisi”.
In merito alla nave Concordia, i due segretari aggiungono: “Tutti d’accordo i presenti al tavolo di oggi, che Palermo ha le carte in regole per ottenere la commessa per la messa in sicurezza della nave, ha tutte le strutture necessarie, ma il Ministero ha ribadito che i tempi per l’assegnazione non sono ancora maturi”.