Dl Crescita, Furlan “I tagli all’Inail sono inaccettabili. Non si può far cassa sulla pelle delle persone”

Posted on giugno 17, 2019, 4:47 pm
46 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“Non si può continuare ad usare i fondi dell’Inail per altri scopi come pensa di fare il Governo rendendo strutturale di 600 milioni l’anno il taglio delle tariffe dell’Inail. Tutto questo avrà delle ripercussioni ulteriormente negative sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro, sulle malattie professionali e sulle rendite per indennità. E’ un taglio inaccettabile che speriamo il Governo ed il Parlamento cancellino”. Lo dichiara la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan.
“E’ davvero grave che lo Stato voglia di fatto tagliare le risorse per la struttura che istituzionalmente si occupa di sicurezza, prevenzione e risarcimento per gli infortuni sul lavoro. Tutto questo è davvero vergognoso in un paese dove ogni giorno muoiono in media tre persone nei luoghi di lavoro, per gravi inadempienze di alcune imprese o per mancate misure di prevenzione sulla sicurezza e la tutela della salute. Non si può fare cassa a discapito del lavoro sulla pelle delle persone. La sicurezza non può essere un optional, come pensa qualcuno. E’ una priorità per il sindacato e deve diventare una questione nazionale per la quale servirebbe stanziare risorse maggiori non ridurre quelle che già ci sono. Non faremo sconti a nessun Governo su questo tema perché in gioco c’è la vita di milioni di lavoratori”.