Crisi comuni, Cisl “aumenta povertà, no a ulteriori tagli ai servizi sociali”

Posted on gennaio 15, 2015, 1:57 pm
17 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“Siamo molto preoccupati per le condizioni economiche dei comuni, riteniamo molto importanti le iniziative dei sindaci, sperando che possa riprendere il dialogo fra la Regione e gli amministratori locali per il bene dei cittadini, non si possono tollerare ulteriori tagli ai servizi sociali mentre cresce l’emergenza povertà in tutte le città” . Ad affermarlo è Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani, intervenendo sulla crisi dei comuni e le iniziative annunciate dai sindaci. “Basti pensare all’allarme lanciato dalla Caritas nel capoluogo siciliano, dove il numero dei poveri è raddoppiato negli ultimi anni , sono oltre 143 mila le famiglie in difficoltà, e all’aumento della disoccupazione giovanile allarmante quasi oltre il 50% a Trapani. In questo quadro non può venir meno l’intervento delle pubbliche amministrazioni”. “Non possono essere sempre i cittadini a pagare con alte tasse e servizi carenti, i costi di anni di sprechi e disattenzioni nella pubblica amministrazione,” conclude De Luca.