Crisi, Cisl “in Sicilia scenario da dopoguerra”

Posted on aprile 24, 2014, 5:16 pm
20 secs

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


PALERMO (ITALPRESS) – “Uno scenario da dopoguerra: è quello che la Sicilia ha davanti a se’. Meglio, che attende al varco governo e partiti siciliani già nei prossimi due-tre mesi”. Lo sostiene la Cisl Sicilia, secondo cui si tratterà di un “passaggio epocale per i nodi strutturali dell’economia che verranno al pettine, tra debito in aumento, conti fuori controllo e crisi senza fine”. Così “il pagamento dei debiti alle imprese, pure necessario e finalmente passato all’Ars, rischia d’essere ne’ più ne’ meno che un pannicello caldo”. E i prossimi mesi potrebbero essere “letteralmente vitali non solo per la giunta Crocetta e la legislatura ma per la Sicilia e la sua storia”.
A lanciare allarme e’ Maurizio Bernava, segretario generale regionale, per il quale “il problema è che la classe politica siciliana appare impreparata in una situazione in cui governo e Ars dovrebbero invece dedicare tutto il loro tempo alla soluzione delle questioni irrisolte dell’economia. Non c’è molta alternativa”, afferma.