Cisl e Anolf su Consulta delle culture “speriamo dia voce ai tanti immigrati della città”

Posted on ottobre 21, 2013, 5:22 pm
2 mins

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


Grazie alla Consulta, gli immigrati potranno finalmente partecipare attraverso i loro rappresentanti alla vita culturale e sociale di Palermo. L’alta affluenza ai seggi dimostra quanto le comunità siano da anni pronte ad aprirsi alla città, speriamo ora Palermo si apra agli immigrati nel segno di una vera integrazione

 

E’ Nadine Abdia, 34 anni nata in Tunisia, da anni operatrice di Palermo e co-presidente regionale dell’Anolf, l’associazione degli immigrati della Cisl, la prima degli eletti dell’Africa settentrionale, con 82 voti su 208, alle elezioni dei componenti della Consulta delle culture del comune di Palermo. “Un fatto positivo – spiegano Mimmo Milazzo Segretario Cisl Palermo Trapani e Marcello Patti Presidente Anolf Palermo – che premia il suo impegno con la nostra associazione nell’assistenza ai tanti immigrati di questa città. Un impegno che proseguirà per dare voce finalmente alle tante esigenze delle comunità, nella speranza che questo sia un primo vero passo per la partecipazione attiva degli immigrati alla vita politica della città oltre che culturale e sociale. Da anni ci battiamo per questo, e la Consulta voluta dall’amministrazione comunale di Palermo, rappresenta una importante novità nel difficile percorso dell’ìntegrazione, unica in Sicilia”. “Al di là della rappresentanza politica – spiega Nadine Abdia – grazie alla Consulta, gli immigrati potranno finalmente partecipare attraverso i loro rappresentanti alla vita culturale e sociale di Palermo. L’alta affluenza ai seggi dimostra quanto le comunità siano da anni pronte ad aprirsi alla città, speriamo ora Palermo si apra agli immigrati nel segno di una vera integrazione”.