Brass Group penalizzato in finanziaria, Cisl “Regione pensi al futuro dell’istituzione”

Posted on marzo 03, 2016, 4:44 pm
46 secs

Stampa questa notizia Stampa questa notizia
 

“La scarsa attenzione che sta subendo la storica istituzione cittadina la Fondazione The Brass Group da parte del governo regionale, non è certamente il giusto premio alla quarantennale mole di sacrifici fatta dai i suoi componenti”. A scriverlo in una lettera rivolta alla Regione e all’Ars, è il sindacato della Fistel Cisl Palermo Trapani per voce del responsabile aziendale Giovanni Guttilla e del segretario Francesco Assisi. Il Brass Group, fondato agli inizi degli anni ‘70, dapprima come associazione, nel 2006, con legge regionale viene trasformata in Fondazione con la presenza dei soci privati, e la partecipazione nella qualità di socio della Regione siciliana. “Alla Regione rivolgiamo il nostro appello affinché assolva pienamente al proprio ruolo statutario dotando il Brass Group delle somme necessarie per il proseguimento dell’attività. Ciò oltre a salvaguardare dei posti di lavoro concorrerebbe alla salvaguardia di questa istituzione che merita di essere considerata pienamente patrimonio della Sicilia” . Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani conclude “dopo una discussione lunga e sterile sulla distribuzione delle risorse, la politica regionale ha perso un’altra occasione per eliminare davvero gli sprechi e sostenere invece lo sviluppo. Si pensi al futuro di istituzioni culturali come quella Brass Group che sono fondamentali per l’offerta culturale e turistica per il turismo di Palermo.”