Bonanni: “Subito confronto con il Governo o sarà mobilitazione”

Posted on settembre 25, 2013, 4:06 pm
2 mins

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


“Occorre agire con tempestività e concretezza”, sottolinea il Segretario generale della Cisl, sollecitando il Premier Letta a confrontarsi sulla base delle richieste e delle proposte del sindacato.

 

Roma, 25 settembre 2013. “Abbassare le tasse sul lavoro dipendente e sulle imprese sarebbe il vero punto di svolta economica per il Paese” ha sottolineato il Segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni al termine dell’incontro informale svoltosi stamani tra i Segretari generali di Cgil, Cisl , Uil e il Presidente Squinzi per mettere a punto le strategie comuni sulla legge di stabilita’ anche in vista di una eventuale convocazione da parte del presidente Letta al suo ritorno dagli Usa.
Al centro dell’incontro il pressing che sindacati e industriali stanno facendo sul governo per ottenere il taglio del costo del lavoro già nella prossima legge di stabilità. Ed è questa la richiesta che sindacati e Confindustria rivolgono all’unisono al Governo.
“Bisogna alleviare le condizioni delle imprese e dei lavoratori – ha proseguito Bonanni – per permettere ai lavoratori di poter vivere e alle imprese di poter investire e’ necessario prevedere la detassazione degli utili reinvestiti”.
“La classe dirigente politica e le istituzioni – prosegue Bonanni – devono occuparsi delle fondamenta che ci danno ricchezza e non parlare solo di Imu e altre bandierine che ci fanno perdere tempo. Spero -ha concluso – il Segretario generale della Cisl – che ci sia una presa di coscienza affinche’ si possa lavorare di piu’ davanti a questa incresciosa situazione. Lavoratori e imprese stanno adottando strategie insieme e questo e’ il segnale che occorre essere uniti”.