Bolognetta-Lercara, proclamato lo stato di agitazione. Feneal, Filca, Fillea: “Fortemente Preoccupati. Nessuna novità sulla ripresa delle attività”.

Posted on marzo 20, 2019, 1:19 pm
25 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 


Stato di agitazione al cantiere della Bolognetta-Lercara. I lavoratori sono senza stipendi e i sindacati degli edili di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno chiesto un confronto con la stazione appaltante Anas e con la Bolognetta scpa per discutere del mancato pagamento delle ultime due mensilità.
In seguito ala proclamazione del nuovo periodo di agitazione, i sindacati sono stati invitati a partecipare domai alle 15,30 a una videoconferenza con Cmc. “Siamo fortemente preoccupati, non c’è alcuna prospettiva di ripresa del lavoro – dichiarano i segretari generali di Feneal, Filca e Fillea Ignazio Baudo, Francesco Danese e Piero Ceraulo – Lanciamo l’allarme per le mancate retribuzioni: i lavoratori attendono il mese di febbraio e il mese di gennaio, congelato dalla procedura di concordato. Non riusciamo ancora a ottenere, dopo le nostre richieste di incontro, un confronto diretto con la stazione appaltante. Se domani non arriveranno risposte concrete, proclameremo uno sciopero e andremo in presidio sotto la sede di Anas per chiedere un incontro congiunto con la Bolognetta scpa”.