Bolognetta-Lercara, lettera dei sindacati edili all’assessore alle Infrastrutture Falcone su licenziamenti annunciati

Posted on febbraio 07, 2018, 6:17 pm
2 mins
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

I sindacati degli edili Fenela Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil chiedono un incontro all’assessore regionale Infrastrutture Marco Falcone e esprimono, nella loro lettera, preoccupazione per lo stato dei lavori di ammodernamento della strada statale 121 Palermo –Agrigento nel tratto Bolognetta –Lercara Friddi, secondo lotto. La richiesta arriva in seguito allo scongiurato pericolo del licenziamento anticipato, da aprile a gennaio, di 28 lavoratori e all’eventualità, annunciata dalla contraente generale, la società Bolognetta Scpa, di dover ricorrere alla sospensione del cantiere da aprile. Per evitare i licenziamenti, la settimana scorsa è stato concordato con il contraente generale la collocazione in ferie per due settimane dei lavoratori eccedenti. La situazione di emergenza è da ricondurre, secondo l’azienda, al mancato incasso degli stati di avanzamento lavori e all’impatto della perizia di variante sui lavori che ricadono nei tratti stradali limitrofi interessati da un eventuale adeguamento tecnico del progetto. “Tale situazione del cantiere ha avuto pesanti conseguenze sui lavoratori delle aziende affidatarie, che hanno sospeso le attività licenziando tutti gli operai – denunciano Ignazio Baudo, Paolo D’Anca e Francesco Piastra, per Feneal Uil, Filca Cisl e Cgil Palermo – L’area del cantiere, che interessa un tratto di 34 Km da Bolognetta a Lercara Friddi, impatta negativamente e pesantemente sulla viabilità, creando una situazione di disagio dei cittadini che la precorrono e un danno economico alle attività produttive del comprensorio”. Una precedente richiesta all’assessorato, unitamente all’Aanas e al contraente generale, era stata già chiesta dai sindacati p’ima della pausa estiva.