Blutec, sbloccati i fondi per la cigs, Cisl e Fim, “bene, ma i lavoratori vogliono tornare a lavorare, serve subito una svolta industriale”

Posted on settembre 04, 2019, 12:08 pm
53 secs
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

“Il presidente della Repubblica ha emanato ieri il decreto legge che contiene importanti misure sulle crisi aziendali in atto nel nostro Paese. Il testo prevede lo sblocco dei fondi per la cassa integrazione per le aree di crisi complessa e quindi la copertura anche per gli ammortizzatori destinati ai lavoratori Blutec di Termini Imerese”. A darne notizia sono il segretario generale della Fim Cisl Palermo Trapani Antonio Nobile e il responsabile Fim Cisl Blutec Giacomo Raneri. “Rimangono ancora fuori i lavoratori dell’indotto dell’ex Fiat, per i quali va trovata una soluzione per evitare che 300 famiglie, già in parte senza copertura, rimangano senza reddito e senza futuro. La Regione siciliana si è impegnata, con un accordo al Mise, di dare copertura per la rimanente cigs per tutto il 2019. “Queste misure – afferma Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani -, pur dando un aiuto importante e fondamentale, non risolvono però i problemi dei lavoratori di Termini Imerese, che sono stanchi e chiedono di tornare a lavorare”. “Per questo – concludono Nobile e La Piana – chiediamo alla Regione un ulteriore impegno e al nascente governo Conte bis, di mettere in campo atti concreti per l’attesa svolta industriale che vadano oltre gli annunci. Si intervenga in maniera decisa sulla vertenza per non abbandonare i lavoratori, le loro famiglie e il futuro di un intero territorio”.