Blutec, incontro al Mise, Cisl “si accelerino i tempi per far tornare i lavoratori in fabbrica”

Posted on maggio 15, 2015, 3:32 pm
3 mins

Stampa questa notizia Stampa questa notizia
 

La cassa integrazione straordinaria per due anni, il pagamento delle somme attese dai lavoratori per il mese di aprile, a fine maggio la mappatura delle professionalità delle tute blu Blutec con la formazione a partire da settembre e il pagamento della cig in deroga per l’indotto. Sono alcuni dei punti attorno ai quali si è svolto al Mise l’incontro sulla Blutec per la verifica dell’accordo per la reindustrializzazione del sito di Termini Imerese , ex Fiat , siglato a dicembre. Al tavolo, il ministero, la Blutec , Fim Fiom Uilm, la Regione siciliana e il sindaco di Termini Imerese. Il ministero al Lavoro ha reso noto l’autorizzazione della cig per ristrutturazione dal 31 dicembre scorso al 31 dicembre 2016., che dovrà essere rinnovata ogni sei mesi dopo una verifica. “Abbiamo sollecitato le garanzie per i lavoratori affinché non si trovino più senza le somme dovute ogni mese come accaduto negli ultimi mesi – spiegano Ludovico Guercio segretario Fim Cisl Palermo Trapani e Giovanni Scavuzzo componente segreteria Fim Cisl -, a tal fine si terrà un incontro la prossima settimana a Palermo tra Inps azienda e sindacati, intanto l’Azienda ha annunciato che partirà la formazione professionale per gli lavoratori ex Fiat , che era attesa entro il mese di marzo. a fine maggio con la mappatura delle professionalità, a settembre con i corsi”. Entro il 15 luglio la Blutec presenterà i dettagli del progetto per il sito di Termini,, mentre ad Invitalia è stata consegnata tutta la documentazione tecnica per giungere alla firma del contratto di sviluppo che dovrà far partire dell’accordo di programma per il rilancio dell’area industriale di Termini. “Seguiremo ogni passo – spiega Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani – per avere tutte le certezze sul progetto di reindustrializzazione di Termini, le garanzie finanziarie e il rispetto dei tempi affinché gli operai possano tornare in fabbrica. Ma bisogna pensare anche alle tutele per l’indotto per il quale abbiamo già sollecitato la Regione per il pagamento della cig in deroga, avremo risposta entro una settimana, l’avvio del percorso formativo e la riapertura del tavolo di reindustrializzazione per l’inserimento professionale anche di questi operai. Attendiamo anche – conclude De Luca – la firma dell’accordo di programma per l’area di Termini e la realizzazione delle opere necessarie a rendere attrattiva la zona industriale. Dopo tanti anni di attese, solo i fatti possono ridare serenità a tutti i lavoratori”. Il prossimo incontro è stato fissato per il 16 giugno.