Ast, in vista della nomina del nuovo CdA, Fit Cisl “la politica resti fuori”

Posted on febbraio 05, 2016, 5:04 pm
2 mins
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

Cambia la composizione degli organi di vertice dell’Ast, l’Azienda siciliana Trasporti. A comunicarlo sono stati gli attuali dirigenti ai sindacati durante un incontro per presentare le modifiche dello Statuto aziendale che porteranno all’eliminazione del sistema duale, consiglio di sorveglianza-consiglio di gestione e alla composizione di un nuovo CdA a tre. Il 16 febbraio previsto il voto per l’elezione dei tre componenti a partire dal nuovo direttore generale dell’Ast. “Siamo favorevoli a questi cambiamenti ormai necessari dato che il sistema duale non aveva portato risultati validi – commenta Amedeo Benigno segretario Fit Cisl Sicilia – e condividiamo anche l’idea di creare due agenzie una per l’aria occidentale dell’Isola una orientale, oltre al centro unico di spesa. Lo ribadiamo da tempo, l’Ast ha bisogno di un vero rilancio che passa attraverso l’acquisto di nuovi pullman, un piano che potenzi l’efficienza delle linee e delle corse. Il Presidente della Regione Crocetta mantenga gli impegni assunti lo scorso anno sulla centralità del ruolo dell’Ast nel settore del Tpl. Vigileremo inoltre – aggiunge Benigno – sulla costituzione del nuovo CdA, perché non si ripeta come in passato la spartizione politica delle poltrone, si scelgano piuttosto dirigenti capaci che abbiano a cuore il futuro di questa Azienda, cruciale per il settore dei trasporti in Sicilia, e che siano in grado di rilanciarla dal punto di vista imprenditoriale. Le logiche politiche stiano fuori dalla riunione del 16”, conclude.