Fim

Ansaldo Breda: Fim Cisl “aprire immediatamente confronto a Palazzo Chigi”

Posted on gennaio 02, 2014, 6:12 pm
49 secs

Stampa questa notizia Stampa questa notizia


Il 31 dicembre alla vigilia di Capodanno tutti i lavoratori dell’Ansaldo Breda Palermo, hanno ricevuto la comunicazione in cui vengono posti in Cigo a zero ore come anticamera per la chiusura dello stabilimento siciliano

 

ROMA (ITALPRESS) – “Come regalo di Natale Finmeccanica-Ansaldo Breda di Palermo mette tutti i lavoratori in cassa per chiudere lo stabilimento. Il 31 dicembre alla vigilia di Capodanno tutti i lavoratori dell’Ansaldo Breda Palermo, hanno ricevuto la comunicazione in cui vengono posti in Cigo a zero ore come anticamera per la chiusura dello stabilimento siciliano. Ci batteremo per cambiare questa decisione assurda che colpisce una Regione come quella siciliana, dove avanza senza sosta e nel completo vuoto della politica locale e nazionale, la desertificazione industriale”. Così il segretario nazionale Fim Cisl Marco Bentivogli. “Il sito di Palermo si occupa del revamping delle carrozze dei treni rigenerandole completamente ed e’ vittima – aggiunge – di contratti capestro da parte di Trenitalia. Da un mese abbiamo chiesto un tavolo presso la presidenza del Consiglio dei Ministri, unitamente al ministero dello Sviluppo Economico di cui attendiamo urgentemente la convocazione. Nel frattempo il vertice di Finmeccanica si assuma la responsabilità di aprire un confronto con il sindacato per rendere più competitiva l’Ansaldo Breda e a cui la Fim Cisl si dichiara da subito disponibile”, conclude Bentivogli.