Ammortizzatori, lunedì la protesta approda a Trapani, Cgil Cisl Uil “lavoratori esasperati”

Posted on aprile 14, 2016, 11:08 am
2 mins
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

Approda anche a Trapani la protesta dei lavoratori in attesa del pagamento degli ammortizzatori sociali dello scorso anno, che ha coinvolto tutte le città siciliane. Scenderanno in piazza lunedì 18 aprile dalle 9 alle 11 davanti la sede della Prefettura della città in piazza Vittorio Veneto, in occasione della mobilitazione unitaria organizzata da Cgil Cisl e Uil. Alle 10 previsto un incontro chiesto ed ottenuto dai rappresentanti dei tre sindacati al Prefetto, al direttore provinciale dell’Inps e al responsabile della Direzione provinciale del Lavoro. “Il mancato pagamento degli ammortizzatori in deroga del 2015 rappresenta un forte disagio sociale per molti lavoratori del territorio – commentano Franco Colomba e Daniela di Girolamo responsabili Mercato del lavoro Cgil e Cisl Trapani e Tommaso Macaddino per la Uil di Trapani –, è grave che ancora l’assessorato regionale al Lavoro ignori questo allarme e non provveda a stipulare l’accordo quadro per lo scorso anno, cosi centinaia di famiglie non hanno ancora percepito le somme per il 2015 nemmeno delle pratiche già esitate. Non possiamo tollerare questi ritardi che stanno tenendo con il fiato sospeso tanti lavoratori”. A Trapani nel 2014 i lavoratori in mobilità in deroga sono stati 642 , circa 860 nel 2015. Per la cig in deroga per il 2015 sono state accolte finora solo 23 domande per 170 lavoratori, nel 2014 sono stati 478 lavoratori ad aver chiesto l’ammortizzatore. “Chiediamo alla Regione di provvedere subito all’accordo quadro e ai pagamenti, sappiamo già che per le domande del 2016, inoltre, le somme stanziate dal Ministero del Lavoro per la Sicilia sono davvero esigue, lo scorso anno furono 200 milioni di euro ed erano già insufficienti per tutte le pratiche presentate. Vogliamo certezze sui fondi a disposizione per intervenire su quella che è una vera e propria emergenza sociale”.