Adiconsum, siglato protocollo con l’Università di Palermo. Il primo evento il 26 ottobre allo Steri

Posted on ottobre 19, 2016, 3:42 pm
5 mins
Stampa questa notizia Stampa questa notizia

 

Il collegamento fra Università e il tessuto sociale e, in particolare, con i soggetti che assolvono istituzionalmente un ruolo di rilievo sociale ed economico, è l’obiettivo della collaborazione sancita in un protocollo di intesa firmato questa mattina presso lo Steri dal Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, e il Presidente di Adiconsum Palermo Trapani, Marco Stassi. “Adiconsum è per noi un partner importante – commenta Micari – il protocollo che oggi abbiamo suggellato nasce dall’esigenza di inserirsi sempre di più nel tessuto sociale del nostro territorio e di inserire all’interno dell’offerta didattica dell’Ateneo temi sempre più attuali e legati al mondo del lavoro. Una intesa di questa portata – conclude il Rettore – è oltremodo utile per la formazione professionalizzante dei nostri giovani.” “Il rapporto di collaborazione fra Università e Adiconsum prevede – spiega Stassi – fra l’altro, il coinvolgimento dei giovani attraverso l’organizzazione di seminari, di tirocini universitari e post-universitari anche presso la sede di Adiconsum, la possibile organizzazione di master di primo e secondo livello, la collaborazione nell’ambito di corsi di dottorato di ricerca, l’avvio di iniziative comuni di sensibilizzazione della popolazione e di interlocuzione con le istituzioni, l’organizzazione congiunta di convegni scientifici. Un rapporto fondamentale per formare dunque i nostri giovani alle sfide del futuro del mercato del lavoro e delle tutele dei consumatori sempre più importante nel momento di crisi che stiamo vivendo”.
Il protocollo di intesa fra Università di Palermo e Adiconsum prevede la costituzione di un Comitato tecnico- scientifico di primissimo piano composto da otto fra docenti universitari e rappresentanti di Adiconsum per l’analisi e l’approfondimento dei temi dei consumi, della tutela dei consumatori e per la promozione di iniziative di studio e ricerca. La prima importante iniziativa sarà quella del convegno che si svolgerà a Palermo mercoledì 26 ottobre presso la Sala Magna di Palazzo Steri sul tema: “La tutela dei cittadini-consumatori: rapporti bancari e finanziari, legalità e sfera pubblica”. Il Convegno, accreditato presso l’Ordine degli Avvocati e quello dei Dottori Commercialisti di Palermo, vedrà la partecipazione di autorevoli relatori, fra cui il presidente dell’ Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Giovanni Pitruzzella, del Presidente del Tribunale di Palermo, Salvatore Di Vitale, del Procuratore della Repubblica di Palermo, Franco Lo Voi, del Presidente della Sezione GIP/GUP di Palermo, Cesare Vincenti. Numerose inoltre le relazioni di magistrati, docenti universitari e avvocati, mentre la Cisl sarà rappresentata ai massimi livelli, dal segretario di Palermo Trapani, Daniela De Luca e dal segretario regionale Sicilia, Mimmo Milazzo. Nel dettaglio, si legge nel protocollo “l’Università degli Studi di Palermo, da ora innanzi l’Università, e le sedi territoriali di Palermo e Trapani dell’ADICONSUM, da ora innanzi l’Associazione, si impegnano a sviluppare stabili rapporti di collaborazione in materia di consumi e di tutela dei consumatori finalizzati alla creazione della possibilità di adottare, tra lee altre, le seguenti iniziative: 1. l’organizzazione di seminari nell’ambito degli insegnamenti istituzionali previsti dall’offerta formativa oppure nell’ambito delle attività formative a scelta dello studente; lo svolgimento di tirocini universitari e post-universitari presso le sedi dell’Associazione; l’organizzazione congiunta di convegni scientifici e rivolti all’aggiornamento professionale; l’eventuale organizzazione, nel rispetto della vigente normativa, congiunta di master di primo e di secondo livello; l’attività di collaborazione, nel rispetto della vigente normativa, nell’ambito dell’attivazione di corsi di dottorato di ricerca;
L’Università e l’Associazione costituiscono un Comitato tecnico scientifico per l’analisi e l’approfondimento dei temi dei consumi e della tutela dei consumatori e per la promozione e l’organizzazione delle attività di cui all’art. 1. Il Comitato è composto da ricercatori e professori universitari nominati dal Rettore e da rappresentanti dell’Associazione nominati dal responsabile pro tempore. Il numero complessivo dei componenti è pari a otto. Il Comitato nomina, tra in suoi componenti, il proprio coordinatore al quale spetta la convocazione del Comitato e la direzione dei relativi lavori. Le riunioni del Comitato, di norma, potranno svolgersi presso il Dipartimento di Scienze economiche, aziendali e statistiche (SEAS). La partecipazione al Comitato non attribuisce ai componenti il diritto ad alcun emolumento o rimborso.
La locandina
14570432_1780185542246203_596193693666678725_n